Con il termine coaching turistico si fa riferimento ad una particolare tipologia di coaching applicato in modo specifico a tutte quelle professioni legate al turismo. Un nuovo approccio metodologico il cui obiettivo è quello di individuare le potenzialità di crescita di un progetto inserito nel settore turistico e di supportare quindi gli operatori del comparto verso il raggiungimento del propri obiettivi.
Si è visto che il coaching è uno strumento che nasce per aiutare gli individui ad esprimere il proprio potenziale, a raggiungere determinati obiettivi, a superare eventuali problemi che possono palesarsi nella vita personale o professionale.
In sostanza con il coaching si procede ricercando la strada giusta per concretizzare progetti di vita. Tutto questo applicato in ambito turistico genera il concetto di coaching turistico: un approccio interamente nuovo che può essere di grande aiuto per tutti coloro i quali lavorino nel settore del turismo.

A cosa serve il Coaching Turistico

Il coaching turistico è un supporto per figure impegnate, parlando dal punto di vista lavorativo, nel settore: è quindi particolarmente indicato per alberghi e strutture extra alberghiere, agenzie di viaggio, manager del settore, operatori del turismo, scuole alberghiere, guide ad accompagnatori turistici.
Grazie al supporto del coach, che è la figura chiave del coaching il cui obiettivo è quello di guidare l’individuo alla scoperta di tutto il suo potenziale facendo in modo che egli trovi in totale autonomia le risposte di cui ha bisogno, sarà possibile raggiungere gli obiettivi professionali nel settore del travel e del turismo con la definizione di un programma specifico.
Uno strumento per chi lavora già nel settore quindi, ma non solo; il coaching turistico è adatto anche per tutti coloro i quali desiderino inserirsi nel mondo del turismo. Può essere un metodo valido per capire da quale punto iniziare, da dove partire, per scegliere poi il proprio percorso in modo consapevole. Si parla sempre e comunque di turismo come ambito lavorativo: ecco perchè il coaching turistico è profondamente diverso dal travel coaching, rivolto ad esempio a chi abbia necessità di cambiare la propria vita andando a vivere in un altro paese.

Coaching Turistico: un supporto per lavorare nel turismo

In sostanza con il coaching turistico si può acquisire consapevolezza in riferimento ai propri desideri, alle proprie attitudini, alle aspettative, ma anche conoscere al meglio il settore per capire quale potrebbe essere il segmento più adatto per iniziare ad operare o ad investire.
Il coaching turistico può aiutare chi desidera creare un business nel turismo, come ad esempio aprire un albergo, o un bed and breakfast; o chi vuole diventare operatore del settore, si pensi alle guide turistiche. In sostanza con il coaching turistico si possono acquisire quegli strumenti che permettono di mettere a fuoco le proprie aspettative, partendo da necessità e desideri, per accedere al mondo del lavoro in ambito turistico a 360 gradi.

Cosa può fare il Coaching Turistico

Il coaching turistico aiuta anche individui e professionisti che stiano attraversando un cambiamento a livello lavorativo: si pensi a tutte quelle persone che operano da anni nel settore e si trovano improvvisamente a dover mutare il contesto di riferimento.
Anche in questi casi il coaching turistico può essere un valido sostegno per svelare le proprie ambizioni, le aspettative, ma anche per fungere da stimolo all’aggiornamento, per trovare le forze di rimodernare un modello di lavoro vecchio e non più funzionale. Tutto questo grazie alle metodologie di coaching che vanno a stimolare la creatività.

Più nello specifico il coaching turistico può essere utile per:

  • Strutture alberghiere ricettive;
  • Manager del settore turistico;
  • Operatori del turismo quali guide turistiche ed accompagnatori;
  • Agenzie di viaggio.

E può tornare utile come strumento concreto di supporto in tutti i seguenti casi:

  • Ambizione di lavorare nel turismo;
  • Necessità di scegliere quale business creare nel turismo;
  • Cambiare il proprio business nel turismo;
  • Creare un nuovo business turistico online;
  • Apprendere un nuovo lavoro nel mondo del turismo.

La figura del Coach nel turismo

Tutto questo avviene grazie alla figura del coach, che funge da guida per l’utente e che, nel caso specifico di coaching turistico, deve essere un professionista formato in materia coaching, ma anche dotato di competenze trasversali.
In sostanza un coach che conosca le dinamiche del settore turistico, il funzionamento di una struttura ricettiva, la realtà delle agenzie di viaggio, così da poter fornire un supporto di coaching verticalizzato nell’ambito del turismo.
Perché il coaching è un percorso che può portare al cambiamento, uno strumento partecipativo che nasce per apprendere nuove abitudini e metodi di pensare alternativi, che saranno poi utili nella vita lavorativa di tutti i giorni. Una pratica che può essere utile anche in ambito turistico con il coaching verticalizzato su questo concetto.