Consulenza astrologica d’astropittura Giovanni Segantini

La consulenza astrologica di  Giovanni Segantini,  nasce ad Arco il 15 gennaio del 1858 alle ore 8:00 del mattino lui è un capricorno ascendente capricorno con la luna in capricorno. 

Prima casa astrologica

Segantini in prima casa ha la  Luna angolare proprio tra la dodicesima e la prima casa in acquario, con una quasi opposizione a Saturno al discendente. Emerge subito una personalità molto dedita al lavoro e al sacrificio. La Luna angolare esprime la sua grande passione per la poesia e per la pittura.

Infelicemente con questa Luna  Segantini  deve affrontare non solo influsso del romanticismo e della poesia ma anche una forte instabilità nella vita. La Luna in prima casa ci fa subito comprendere che l’artista ha dovuto affrontare tanti cambiamenti repentini dopo la morte della madre a tal punto di esser poi rinchiuso in un riformatorio.

La Luna è tra la prima e dodicesima casa che indica luoghi chiusi come prigioni ed ospedali o collegi. Con molti difficoltà l’artista riesce a entrare all’accademia delle belle arti di Brera che frequenta per circa tre anni riuscendo ad esprimere il suo forte influsso lunare per la poetica e per la poesia.

Cuspide tra la prima casa e la seconda casa in pesci abbiamo Nettuno che va a rafforzare di molto la sua fluidità pittorica e stilistica riuscendo in tal modo a far parte di una schiera di pittori veristi. Il suo Saturno all’ascendente gli dà grande spunto per aderire a questo gruppo di pittori, facendo emergere le sue origini contadine e il rapporto con la terra e l’acqua che ritroviamo in molte scene.

Il gesto pittorico dell’artista si esprime anche grazie all’impasto pittorico che tende a esprimersi con i marroni e neri tipici dei colori saturnini. La presenza di Nettuno in pesci in seconda casa lo rende con un triangolo a T con Saturno e Sole lo illumina e lo rende famoso come artista ma sempre con grandi difficoltà economiche che lo porteranno a lavorare sempre. 

Terza casa astrologica

La  sua terza esprime il grande talento che ha e anche le grandi difficoltà che ha dovuto subire per studiare con i grandi contrasti a livello economico con i suoi agenti. L’artista ha una terza casa molto interessante ma nello stesso tempo ricca d’influssi e quando sono troppi  pianeti a cantare le cose si complicano. La sua terza casa è in toro con Plutone e Giove ed Urano angolare, in opposizione a Marte in nona casa quasi al medio cielo. 

La terza casa che rappresenta gli studi anch’esso con un quadrante a T con Saturno Urano e Sole gli fa esprimente una grande duttilità pittorica ed una gamma di colori molto ampia. Lui è uno dei pochi artisti che riesce a gestire una ricca gamma di color bianco/argento grazie alla sua luna, una ricca gamma di sfumature nere e marrone grazie al suo discendente Saturno; e una ricca gamma di verdi grazie alla sua venere in capricorno.

L’artista benché abbia Marte in nona casa usa quasi raramente il rosso, che non si addice molto al suo stile pittorico. Avendo altri pianeti angolari privilegia altri colori come i toni di celesti e blu che ritroviamo nell’angolarità  di Urano che gli consentirà poi di diventare un artista divisionista con accenni simbolista. 

Sesta casa astrologica

In sesta casa abbiamo Saturno che fa emergere la sua razionalità e professionalità del suo lavoro e del suo operato, la produzione di Giovanni Segantini è molto ricca ed essendo lui un capricorno ascendente capricorno con Saturno al discendente ha avuto molta forza e determinazione nel lavorare molto, considerando che lui è morto alla giovane età di 41 anni.  

Nona casa astrologica

In nona casa nel segno dello scorpione abbiamo la presenza di Marte il quale è il governatore del segno dello scorpione e dell’ariete, con Plutone in opposizione in terza casa. La nona casa assume in tal modo aspetti scorpionici, che lo espone sempre al richiamo della morte influenzato anche dalla sua luna angolare all’ascendente. La Luna, Plutone e Marte lo espongono a una forma d’introversa chiusura e depressione che lo porteranno al suicidio per poter far ritorno al paese natio e ritrovare la madre.

La presenza di Saturno al discendente rinforza questo senso di Lutto e di malinconia che lo accompagna fino alla fine. 

Decima casa astrologica

La sua decima casa esprime tramite la Lilith il grande rimorso e dispiacere per non poter essere   raggiungere i suoi obiettivi nella vita, la perdita della madre gli ha lasciato in tutta la vita una ferita troppo grande ed una rabbia inconscia che non è mai stato in grado di risolvere. 

Dodicesima casa astrologica

La sua dodicesima casa oltre al suo periodo di chiusura in un riformatorio con la presenza di Sole Venere e Mercurio mi fa comprendere che ha raggiunto la sua serenità solo dopo la sua morte. Del resto avendo un forza planetaria molto invasiva se non si è in grado di organizzare gli influssi ci si auto distrugge. 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*