Saper leggere i tarocchi

Saper leggere i tarocchi
Saper leggere i tarocchi

Saper leggere i tarocchi

Saper leggere i tarocchi o leggere le carte che sono spesso utilizzate nel linguaggio gergale. Le quali espressioni si riferiscono a tarologi o ai cartomanti; che sono nell’atto d‘interpretare le carte. Personalmente,  dico sempre che sia i tarocchi che il tema astrale in particolar modo nell’astro-tarologia; le carte non debbono essere lette ed interpretate ma ascoltate.

Nel senso che le carte come il tema astrale debbono avere un tempo di decantazione, per poter esprimere al meglio i loro messaggi, come anche per poterli cogliere. L‘arte della tarologia come quella della cartomanzia sono arti antiche, che richiedono grande accuratezza, precisione ed onesta.

Questi, si assume solo con l’esperienza e la pratica. E non vi è una vera e propria via dei tarocchi da seguire perché trovo che ognuno sia libero di seguire il proprio metodo. Anche perché l’interpretazione di queste discipline come l’astrologia e la tarologia; possono cambiare anche in funzione dell’aspetto geografico e culturale.

Nel senso che il contesto culturale può cambiare e con se cambia tutta l’interpretazione come anche l’approccio. Vi è da dire inoltre che per  saper leggere i tarocchi è un arte. E come tutte le arti se si imparano da giovane come ho fatto io all’età di 14 anni, rimane tutto più semplice.

Apprendere la cartomanzia è come apprendere un arte, me se si teorizza troppo, si rischia di non far mai cantare le carte. Rischiando di far diventare tutto il processo molto meccanico e poco armonioso. Leggere i tarocchi è come seguire una piacé musicale che di volta in volta le carte che debbono tornare ritornano e riconfermano l’intuizione del cartomante o del tarologo. 

Come leggere i tarocchi

Come possiamo notare;  sapere leggere i tarocchi e come leggere i tarocchi non è proprio la stessa cosa. Perché sapere leggere i tarocchi prevede una certa sapienza ed abilità nel leggere i tarocchi. Il come leggere i tarocchi prevede invece un meccanismo molto più meccanicistico. Che fa restringere le doti intuitive ed intepretative del bravo tarologo o del bravo cartomante. a Roma

E’ evidente che i modi per leggere i tarocchi sono varie, e molto dipende dal tipo di domanda che viene fatta, comunque buona parte dei tarologi usano la tecnica della croce  con 5 o 7 carte. Per usarne meno quando le domande sono molto specifiche tipo si/no allora in questo caso se ne possono usare anche solo 3.  Mediamente si parte da un cerchio più largo ad un cerchio sempre più ristretto. Che si avvicina sempre di più alla risposta che si vuole dare.

Vi sono molti metodo di lettura dei tarocchi;  un’altro metodo interessante è quello delle 12 carte; che comprendere in questo caso un aspetto oltre tarologico anche astro tarologico o meglio ancora di astro-cartomanzia. a Roma

In quanto le 12 carte vengono messe interno alla carta; e ogni carta corrisponde ad una casa astrologica, la quale deve essere connessa sia con la carte precedente che con quella successiva. Come che fosse un vero e proprio “encadremont astro tarologico”. 

Questa tecnica è molto bella perché ci dà una visione ingenerale delle 12 case della persona che a sua volta può essere riconfermato con il tema astrale della persona.

Cartomanzia a Roma, Tarologia a Roma, Astro cartomanzia a Roma, consulenza di cartomanzia Roma

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*