Coaching Astro Tarologico

Coaching Astro Tarologico

Il coaching astro tarologico è quel coaching che si è sviluppato nei tempi moderni per consultare i tarocchi sotto una nuova forma e modalità. La relazione delle due discipline spesso confonde le persone a causa della cattiva immagine che si ha in relazione ai tarocchi ed in relazione all’astrologia.

Vi è da dire però che sono discipline molto antiche e che non smettendo mai di esistere, e questo fa comprendere il perché. Anzi vi è da dire che nei nostri giorni una grandissima parte di astrologi ed tarologhi sono formati con più lauree ed hanno tutti una cultura universitaria ed una formazione culturale di tutto rispetto. Facendo alzare cosi lo standard ed i costi professionali per i consultanti.

E questo  è un chiaro indicatore;  che queste  discipline artistiche si sono e si stanno integrando sempre meglio nella cultura dei nostri giorni. E credo che lo sarà sempre di più visto che le persone negli ultimi anni stanno vivendo in un meccanismo di paura a causa dei nuovi asset sociali e culturali.

Quello che è importante ricordare, che una  consulenza dei tarocchi professionale ed una consulenza astrologica sono esperienze che ci debbono aiutare a vivere meglio senza creare delle nuove paure e sovrastrutture. Credo che questi strumenti sono strumenti che ci aiutano a essere vigili e a essere pronti per eventuali e repentini cambiamenti. Del resto  ciò che è importante tra consulente e consultante è la relazione di onestà e fiducia, che vi deve essere. E pertanto è importante che si crei una relazioni tra i due che sia aperta ed onesta.

Passato presente e futuro

La relazioni di questi tempi sia in astrologia che nella tarologia sono aspetti e cardini fondamentali; visto che le strutture mentali delle persone tendono ad essere organizzate in questo modo. E pertanto è una base di partenza molto importante attenersi a questi aspetti. Perché non tutti sono consapevoli della ciclicità della vita e del sistema planetario, essendo sistemi complessi.

Molte persone non riescono purtroppo ad avere una visione completa della ciclicità come altrettanto del linguaggio astrologico e tarologico. Ecco perché è importante  l’ascolto profondo del consultante, proprio come forma di rispetto per aiutarlo meglio a fargli  trovare  le giuste soluzioni verso la vita e verso se stesso.

È evidente che tutto ciò avviene con piccoli passi i quali richiedono tempo e volontà di crescere evitando di delegare le nostre responsabilità agli altri.

Vi è però il vecchio detto aiutati che Dio ti aiuta, nel senso che queste disciplina sono discipline pratiche e che aiutano molto nella praticità di tutti i giorni. Pertanto aiutano a semplificare, in particolar modo le cose che non dipendono dalla nostra responsabilità come ad esempio un amico o una amica invidiosa o un compagno o una compagna che ci tradisce.

E chiaro che in particolar modo la tarologia è uno strumento utile per organizzare e direzionare il nostro presente in modo pratico e facile. Vi è poi anche una componente di gioco dei tarocchi il ché aiuta la persona a vivere l’esperienza anche in maniera più serena rimanendo liberi di scegliere.

Perché parlare di coaching astro tarologico

Come ogni forma di linguaggio, i linguaggio ed i linguaggi si evolvono nel tempo e nella società. Dal mio punto di vista è il linguaggio che cambia e di conseguenza la società lo segue e cambia anch’essa; e non il contrario. Ovvero quello che cambia è il modo di percepire le cose le quali si riflettono in maniera differente su di noi e sull’intera società.

Con questo voglio far notare che anche la relazione tra astrologia ed tarologia cambia e si modifica, visto che la società è in un certo senso sempre più aperta colta e preparata ad un certo tipo di discorso. Sapendo discernere molto bene la differenza tra le due discipline e la differenza tra arti interpretative e superstizione. Anche perché l’operatore olistico cosi possiamo definirlo che sia esperto di tarocchi o esperto di astrologia diviene un vero e proprio mezzo ed attraverso la sua percezione trasmette ed intepreta ciò che vede e percepisce ed ascolta.

Quali sono le capacità dell’operatore o astro-tarologo.

Parlare di capacità interpretativa ci fa entrare in una nuova fase della relazione tra astrologo, tarologo e cliente; perché l’operatore dei tarocchi come anche l’astrologo dal mio punto di vista deve avere una “visione della situazione“. Visione in senso di vedere le cose con un piano della coscienza differente dell’immaginazione. È come salire su una scala e vedere le cose dall’alto in un modo che le altre persone non riescono a vederle.

Qui la linea è molto sottile, ed occorre distingue se parlare di linguaggio o sia logos o di profezia. Visto che entrambi le interpretazioni possono essere valide ma vengono approcciate  in maniera differente; perché ognuno ha il suo modo di praticare queste arti. Quello che mi capita di notare sempre di più e che una grande quantità di persone in questo settore che tendono tutti a dare tante spiegazioni mostrando tanta cultura è questo è una cosa molto bella. Che a me non convince molto, in quanto un conto essere un persona colta  che racconta; ed un conto essere  tarologo e astrologo che fa le giuste previsioni. 

Facendo l’esempio nel settore dell’arte la mission di un artista è dipingere, è la bellezza del suo lavoro si evince dalle sue opere e non dalla sua conoscenza storica artistica. Infatti non a caso abbiamo artisti che fanno opere e storici d’arte che parlano e descrivono le opere che fa una bella differenza.

Un’altra fase importante che occorre distinguere in questo contesto,  è il dono. Seguire una mission perché si ha un dono, e di questo se ne parla molto poco. Anche perché; avere il dono della tarologia e dell’astrologia è una cosa difficile da gestire. Perché chi ha un dono in qualche cosa tende a gestirlo in maniera nascosta provando a volte un forte senso d’imbarazzo facendo di tutto per non farlo scoprire agli altri. Per non essere divorato dalle richieste e dai bisogna degli altri. Ne riparleremo in un altro contesto

Tarocchi ed astrologia 

Vediamo ora quali possono essere le singole relazione tra tarocchi ed astrologia o astro-torlogia e come possono essere abbinate le carte con i pianeti e le case. Del resto questi sono strumenti interpretativi, ed ognuno usa il metodo e la metodologia che ama di più. E come una grande orchestra; ognuno suona uno strumento ed ognuno suona a modo proprio. Importante però; che nessuno stoni…

Il privilegio della tarologia come anche dell’astrologia è quello di  far riflettere le persone, attraverso le parole ed attraverso tante sfumature linguistiche e cromatiche. In fatti in astrologia parliamo di gradi e di decani ed ognuno ci permette di avere una differente percezione.

Come anche i tarocchi che di per se sono più facili da leggere ed intepretare. Proprio perché è la visione che viene di più coinvolta; permettendo cosi alla mente di espandersi ampliando l’immaginazione,  la percezione e l’ascolto.

Come sappiamo i tarocchi sono divisi in arcani maggiori e minori; gli arcani maggiori sono 22 e sono:  il Bagatto, la Papessa, l’Imperatrice, l’Imperatore, il Papa, gli Amanti, il Carro, la Giustizia, l’Eremita, la ruota, la Forza, l’Appeso, la Morte, la Temperanza, il Diavolo, la Torre, la Stella, la Luna, il Sole, il Giudizio, il Mondo ed in fine il Matto. 

Ogni singolo arcano può essere relazionato con un pianeta o un segno zodiacale; come che volesse rappresentare la frequenza energetica e sonora del pianeta. La quale viene trasmessa attraverso l’energia cosmica ed energetica rappresentata dalla carta.

Arcani maggiori e astrologia

Ora cerchiamo di analizzare la relazione tra tarocchi e astrologia, e cominciamo con la carta del Bagatto.

Il Bagatto è considerata la carta numero zero è viene associata allo scorpione e di conseguenza all’ottava casa. Tende ad avere una simbologia passiva o nascosta e può essere associata a tutte quelle simbologie a sopratoniche legate sia al segno che all’ottava casa.

Il Bagattino: essendo la prima carta può essere associato al Sole e a tutte le ciclicità solari ed attive della nostra anima e della nostra persona.

La Papessa: la papessa si associa alla Luna e a tutte le ciclicità lunari e chiaramente che lunatiche del mondo femminile.

L’imperatrice: Rappresenta la terra in tutto il suo vigore e in tutta la sua forza legata alla fertilità e alla riproduzione.

L’imperatore: si associa a Giove nella sua indipendenza e nella sua giustizia e legalità.

Il Papa: Il quale rappresenta il Pontefice Massimo e lo possiamo associare a Mercurio; il quale esprime una grande capacità di adattamento e capacità metafisica.

L’Amore: In astrologia ricopre il segno della vergine e della sesta casa con tutte le sue lotte e difficoltà della vita che deve fare per affermarsi e sostenersi.

Il Carro: rappresenta il sagittario e la nona casa, manifestandosi attraverso il vigore dei viaggi e della conoscenza religiosa ed esoterica.

La Giustizia: chi non meglio del segno della bilancia e della settima casa può rappresentare la giustizia; vista anche dal punto di vista di relazioni sane e giuste.

Il Tempo: che può rappresentare anche il gobbo, o meglio ancora l’eremita in tarologia invece in astrologia lo si può associare a Nettuno. Anche se personalmente io non sono molto d’accordo a riguardo.

La Ruota: chi non meglio del capricorno può rappresentare la ruota della fortuna; con forte determinazione e costanza.

La Forza:  rappresenta il segno del Leone e la quinta casa, la quale si può attribuire ad amore leggeri come anche la forza e la determinazione di andare avanti. Vediamo Ercole che uccide il leone.

Il Traditore: meglio conosciuto come l’Impiccato, che viene rappresentato da Urano, il quale trasmette una forte inquietudine e instabilità.

La Morte: In questo caso non abbiamo il segno dello  scorpione ma Saturno, che deve essere sempre interpretato come rinnovamento e cambiamento verso maggiore stabilità.

La Temperanza: si lega molto bene al segno dell’acquario e alle caratteristiche tipicamente acquariane legate alla società e alla comunione.

Il Diavolo: si lega alla forza vitale di Marte la quale può essere una forza distruttiva come del resto anche una forza riproduttiva, rigenerativa ed istintiva.

La Torre: si lega anch’essa alla forza marziana ma in questo caso rappreseta il segno dell’ariete in senso pratico, con cui riusciamo a sfondare torri ed entrare nelle mura altrui..

La Stella: rappresenta il pianeta Venere con tutta la sua seduzione e passionalità ed il gusto del bello.

La Luna: anche qui la Luna è rappresentata dal segno del Cancro e dalla quarta casa, ma si allontana un po dalla visione astrologica che rappresenta essenzialmente la casa e il focolare domestico.

Il Sole: alcune scuole lo associano al segno dei  gemelli inteso però come Logos, come luce eterna ed universale.

L’angelo: è legato al segno dei pesci inteso come aspetto rinnovativo essendo i pesci in dodicesima casa, vuole rappresentare il rinnovamento e l’ispirazione.

Il Mondo: il mondo come madre terra rappresenta il segno del Toro, che viene premiato dal lavoro costante e sapere assoluto.

 

 

 

 

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*