Consulenza astrologica ed astropittura di Amedeo Modigliani

Consultando il tema natale del pittore Modigliani possiamo vedere subito che nasce a Livorno il 12 luglio del 1884 alle ore 9:00 del mattino ed è un cancro ascendente vergine con la luna in pesci e muore alla giovane età di 35 anni il 24 gennaio del 1920 per una meningite tubercolare quasi sicuramente provocatogli dalle grandi quantità di  alcool che ingeriva o una forma acuta di diabete.

Prima casa astrologica 

Amedeo Modigliani nasce con la prima casa in vergine con la presenza di Marte a 22° e Urano a 24°, facendo subito intendere in infanzia conflittuale e condizionata da molti cambiamenti che spesso lo hanno relegato a vivere con persone molto più vecchie di lui come i nonni.

La sua prima è in opposizione tra Urano e Saturno in decima casa che fa subito intendere la grande gavetta che l’artista ha dovuto fare in giovane età. I suoi elementi astrologici sono prevalentemente tra l’acqua e la terra come a dire i colori preferiti sono le sfumature di blu e le sfumature di marrone con molto poco rosso. Modigliani ha anche cinque segni in elementi di aria che gli consentono di raggiungere uno stile pittorico abbastanza omogeneo tra grandi sfumature di bianco e argento. 

Terza casa astrologica

La sua terza casa ha la presenza di Lilith al fondo cielo angolare, chissà un grande rammarico per lo studio che per motivi di salute non è riuscito a portare avanti benché la madre avesse una propria scuola, lui comincio ad avere i primi segnali di febbre tifoidea sin dalla tenera età di 14 anni. Osservando attentamente la sua Lilith in 3 casa è angolare al fondo cielo ed al mediocielo abbiamo in gemelli la presenza di Saturno e Plutone che esprimono in maniera molto chiara le problematiche polmonari di cui ha sofferto l’artista sin dalla giovane età.

Sesta casa astrologica 

Dalla sua terza casa passiamo alla sesta casa  dove troviamo la luna angolare in pesci al discendente, dal punto di vista professionale e personale gli da un grande romanticismo sensualità e passionalità. La presenza in pesci gli consente di avere un aspetto introspettivo molto forte visto che è anche trigono a Plutone in nona casa.

Nona casa astrologica

La sua nona casa  ha Plutone e Nettuno in Toro, di cui la presenza di Nettuno lo aiuta a raggiungere i paradisi artificiali sia con l’alcool ed in particolare modo lo aiuta ad avere uno stile pittorico morbido e sensuale, questo Nettuno essendo in toro mi fa ricordare come Modigliani rappresenta la sua pittura la zona del collo. Che viene allungato ed ammorbidito, essendo lui del segno del cancro che è un segno d’acqua riesce a dare molta morbidezza ad una zona che essendo in toro tende ad essere molto statica e robusta. La presenza di Plutone è in esilio e ciò rende il pianeta molto statico e pesante,  a tal punto di togliergli il respiro rendendolo un pittore rantolante.

Decima casa astrologica 

La sua decima casa è in gemelli che lo ricollega alla terza casa e alla sua infanzia che viene condizionata dalle sue condizioni fisiche e che spesso è costretto a viaggiare non per vacanza ma per la malattia. La presenza di Saturno è li a digli di stare attento, di non correre e non fare determinate cose perché se potrebbe stare male e non riuscire a respirare.

Undicesima casa astrologica 

Nella sua undecima casa riesce a trovare un po più di serenità visto che ha il sole in cancro Venere e Mercurio tra il 19° e 20° grado, anche se il il cancro è governato dalla luna la presenza del Sole gli da ugualmente dei grandi benefici e fortuna in amore. La presenza di Venere in cancro fa riflettere molto l’immagine che Modigliani ha del femminile, oltre ad avere un buon rapporto con il femminile profondo egli riesce a trasferire nel femminile una seduzione che si manifesta con dei grandi colli e delle piccole bocche come che fossero delle donne prensili da afferrare e trattenere con le mani invece di possederle fisicamente. E sarà proprio questo suo stile particolari a renderlo famoso che se lui nasce inizialmente con i pittori dei macchiaioli e poi cubisti rendendolo parte integrante dell’avanguardia Parigina. Sempre nella stessa casa vi è Giove  che è nel segno del leone.

Dodicesima casa astrologica 

Arrivando alla dodicesima casa non vi sono pianeti ma avendo Giove in Leone ed essendo ascendente vergine, avrà fortuna in Italia e la fama gli proviene in particolare modo dall’Italia e dal segno della vergine che è il suo ascendente e rappresenta Parigi. Lui ha anche il nodo della fortuna in ottava casa che rappresenta la fortuna dell’artista dopo la sua morte. 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*