Astrologia a Roma: I Mitrei di Roma

Roma astrologica

Un aspetto molto importante riguardo l’astrologia sono i culti mitriaci. L’astrologia a Roma ed i Mitrei di Roma, sono stati aspetti di grandi rilevanza fino all’editto di Costantino del 313 d.C. Il culti mitriaci sono arrivati a Roma grosso modo nello stesso periodo del cristianesimo e come sappiamo bene tutti i culti di Roma arrivavano via fiume. Visto che la navigazione in quell’epoca era il modo più rapido per viaggiare.

Vediamo ora l’astrologia a Roma: I Mitrei di Roma e quale e la relazione tra culti mitriaci e l’astrologia.

Per quanto riguardo il culto mitriaco a Roma ed il culto cristiano dobbiamo considerare che essi hanno due grandi e importanti differenze. Entrambi i culti arrivano grazie al Tevere grossomodo nello stesso periodo storico. Essi si sviluppano a Roma tra i romani e gli schiavi fino al periodo di Costantino. Con il passaggio al cristianesimo il culto mitriaco viene meno e viene debellato. La forte differenze tra i di culti e che il culto mitriaco era un culto notturno e veniva celebrato e ufficializzato all’interno di grotte dette spelunche.

Gli aspetti astrologici  fondamentali del culto erano i due luminari con il Toro e lo scorpione. Invece la religione cristiana era un culto diurno e Cristo e Maria erano al centro di tutto, con i quattro evangelisti; che rappresentavano i quattro elementi. Aria, Fuoco, Terra e Acqua. Il mitraismo era una antica religione ellenistica basata sul culto di Meithras termine che deriva dal antico persiano Mitra. E si insinua nel Mediteraneo tra il II e I sec a.c. e venne praticata in gran parte per tutto l’impero romano. I romani erano molto affascinati dal culto di Mitra. Grazie alle  concezzioni misterosofiche del Mitraismo. Che si rifacevano all’esistenza umana; legata alla anima. La quale poteva passare attraverso le sette sfere planetarie all’aeternitas.

Quali è la relazione tra mitraismo e astrologia romana

Gli aspetti iconografici del mitraismo sono concentrati con il tempio mitriaco, dove il posto d’onere veniva dedicato a Mitra. Raffigurato mentre uccide il toro sacro ( tauroctonia). In alto al tempio mitriaco vi era sempre la rappresentazione del Sole e della Luna che assistono al sacrificio del Toro ucciso da Mitra. Mentre tutto il sangue del toro scorre sul pavimento e viene poi bevuto durante il sacrificio.

Il toro è inoltre rappresentato con lo scorpione che è nella sua opposizione che morde i testicoli del toro. Come sappiamo in astrologia l’opposizione seconda ottava casa è rappresentata dal toro che si oppone allo scorpione che a sua volta rappresenta la sessualità e l’inconscio più nascosto di noi stessi. Come abbiamo menzionato prima nella raffigurazione oltre a Mitra, il Sole e Luna vi sono presente i quattro animali che sono il serpente, scorpione, cane e corvo. Che fanno i quali fanno parte delle costellazioni, associando Mitra a Perseo e con la costellazione del Toro.

 

 

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*