Conflitto relazionale: Crisi di coppia e conflitto di relazione

Coaching e ascolto

Conflitto relazionale

Conflitto relazionale: Astrologia di coppia e conflitti di relazione

Vorrei in questo articolo spiegare  come risolvere  il conflitto relazionale attraverso l’astrologia. L’argomento è alquanto spinoso visto l’utilizzo di questo termine può portare a una certa confusione linguistica e psicologica.

Però prima d’inoltrarmi, vorrei prima analizzare il termine conflitto che è molto vicino al termine  configgere. Il primo riferisce a due persone che si urtano e l’altro a due e persone che si configgono con qualcosa o che siano parole o armi.  Sono comunque due termini marizani e belligeranti, sia da un punto di vista fisico che psicologico.

Conflitto di relazione

In questo articolo parleremo del conflitto di relazione; il quale condiziona la relazione tra due persone. Alla base del conflitto vi è chiaramente un disagio profondo che non riesce a emergere, il quale si incastra in una dinamica di coppia che è fuori dal nostro controllo.

Molto spesso il conflitto di coppia può essere sano o malato, nel senso che vi sono coppia che durano una vita e vivono perennemente una situazione conflittuale che spesso si manifesta con il “dis-accordo” tra le due persone. Il quale può essere attribuito a due modi di ascoltare e vedere il mondo con modalità differente.  In astrologia ad esempio una Venere di lei ben posizionata su Marte di lui; potrebbero manifestarsi in questo modo. Questa tipologia di conflitti possono essere sani e anzi aiutano molte coppie ad andare avanti e a migliorarsi.

Certo è evidente che una coppia è basata sull’amore, pertanto anche se vi è del disaccordo che crea conflittualità il rapporto rimane sano. Che grazie alla sinastria di coppia possiamo analizzare sovrapponendo i temi astrali di lui su quello di lei e quello di lei su quello di lui. E grazie a ciò possiamo comprendere la compatibilità dei pianeti tra essi. Questa tecnica ci permette di far emergere anche la ragione perché nascono alcuni conflitti tra la coppia; potendo prevedere anche la durabilità della coppia. Come anche i periodo difficili che la coppia può avere a causa dei transiti planetari, dandoci una chiave di lettura per capire come avviene una crisi di coppia. 

Conflitto di relazione e conflitto personale

Molte volte il conflitto di coppia nasce a causa di un conflitto personale. Il quale è uno stato di tensione che nasce da emozioni profonde che possono manifestarsi attraverso  impulsi e in manifestazioni contrastanti di una delle due persone. Manifestandosi in una certa incompatibilità di pensiero o di comportamento. La quale manifestazione non è per forza negativa, visto che la psiche umana è condizionata ai cicli planetari e pertanto ha bisogno di rigenerarsi e riorganizzarsi come qualsiasi processo della natura. Il quale è regolato dalle stagioni.

Come spesso sappiamo la donne ne soffre di più essendo più sensibile visto che nella donna il ciclo mestruale regola queste energie che sono relazionate al calendario Lunare e all’energia della Luna. Con questo ci tengo a dire che se la coppia fosse più informata i relazione ai transiti planetari. Avrebbe maggiore saggezza nella gestione del conflitto. Imparando a vivere il conflitto in maniera naturale ed evolutiva, e in particolar modo rigenerativa. In quanto i corpi fisici seguono il ciclo naturale e biologico della loro storia.

Conflitto personale e conflitto psicologico interiore

Quando l’essere umano comincia a perdere l’aspetto naturale legato ai cicli  planetari comincia a perdere anche quell’ascolto profondo di se stesso. Entrando in una dinamica di conflitto intrapsichico, che lo porta ragionare  con il cervello degli altri e non più con il proprio. Proprio perché perde quella profonda relazione d’intimità con il proprio corpo e con la propria voce. Arrivando a tal punto di cambiare idea per ogni cosa ogni cinque minuti non sapendo mai cosa la persona vuole e quale sia la scelta giusta da fare. Rischiando poi di entrare in situazioni patologiche che rischiano di non essere più controllate ma condizionate e risolte grazie all’uso di farmaci.

Accade spesso purtroppo che la situazione planetaria di molte persone ha delle quadrature negative e alcuni pianeti si posizionano in maniera difficile in alcune case. Come ad esempio se una persona ha un cattivo Urano sopra Mercurio in dodicesima casa è una chiara situazione che crea forti conflitti mentali o conflitti psichici.  Se è seguito male la persona rischierebbe anche di essere rinchiuso in manicomio. Se invece è seguito bene la persona potrebbe fare delle scelte che potrebbero aiutarlo molto nello stare bene e nel non peggiorare la situazione.

Attraverso la consulenza astrologica, si deve analizzare subito il pianeta dominante e anche il segno con l’ascendente, che potrebbero essere dei validi strumenti per aiutare la persona attraverso delle buone indicazioni di vita e di scelta. Anche da parte delle persone che gli sono vicini.

In astrologia vi è quello che tecnicamente si chiama tema integrato; il quale è un tema che nasce unendo due temi astrologici, è come unire due colori che danno origine a un terzo colore.

Conflitto planetario e conflitto psicologico

Può esserci una conflittualità planetaria che si manifesta in una conflittualità psicologia e comportamele? La risposta è complessa perché bisogna riconoscere una certa sensibilità all’essere umano entrando in questo modo nel campo della vibrazione. Personalmente considero l’essere umano come che fosse un grande orecchio che si trova sempre in ascolto e in vibrazione con le frequenze cosmiche e mondiali. Se poniamo l’uomo in un contesto naturale, anche se le sue vibrazioni planetarie sono poco positive. Rimangono sempre vibrazioni non nocive visto che l’uomo è in grado di riequilibrare il proprio equilibrio in maniera armonica.

Quando invece le vibrazioni planetarie non trovano un riscontro naturale ma anzi entrano in risonanza con il rumore artificiale della società il soggetto entra in un campo vibratorio che lo può portare a un tale conflitto psicosomatico di arrivare anche alla morte.

Concludo questo articolo dicendo che saper gestire il conflitto relazionale sia nella coppia  che nella persona può essere una soluzione di consapevolezza e autonomia. Che porta l’essere umano a essere più libero senza richiamare di essere sottomesso a un sistema sociale o  a un sistema di coppia dove la relazione è basata tra un seduttore che aggancia la sua preda seducendola e rendendola dipendente da esso.

 

 

 

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*