Consulenza astrologica di astropittura Giacomo Balla

Giacomo Balla oroscopo
Oroscopo di Giacomo Balla

L’oroscopo di Giacomo Balla possiamo subito vedere un bel Marte angolare all’ascendente, l’artista nasce a Torino il 18 luglio del 1871 alle ore 12:00 ed è un cancro ascendente bilancia con la luna nel segno del leone. L’artista ha in prima casa Marte angolare al 15 grado a cuspide tra la dodicesima e prima casa, con un Marte  del genere è fuori di dubbio che potesse diventare o un grande pittore o un militare, ma è diventato un pittore vediamo ora il perché? La presenza di Marte tra le due casa mi da molto una sensazione di eternità, la sua pittura è una pittura molto pungente non a casa la presenza di Marte lo fa esprimere con figure molto appuntite come che fossero armi da lancio. E una pittura molto dinamica anche la buona posizione di Urano. 

Prima casa astrologica

La prima casa avendo un Marte così forte all’ascendente in prima casa in bilancia si evince subito la sua stilistica raffinata ed elegante uno stile speculare recente e dubbio, Giacomo Balla perde il padre alla giovane età di 9 anni e dopo la morte del padre comincia a lavoro in una tipografia. Grazie al grande sforzo della madre Giacomo Balla dopo i suoi studi di disegno tecnico riesce a terminare il corso triennale serale dell’accademia Albertina per lo studio di anatomia e prospettiva esordendo poi come pittore nella Società promotrice di Belle arti di Torino. Qui si avvicina alla nuova tecnica del divisionismo divenendone promotore ed avrà come allievi Boccioni Severini e Sironi

Settima casa astrologica

Dalla prima casa arriviamo nella settima casa dove troviamo la presenza di Nettuno che  darà una grande fluidità alla sua arte. Nettuno è al discendente ed è  trigono a Sole ed Urano quasi opposto a Marte che. Questo Nettuno essendo nel segno dell’ariete al 24 grado gli da un aspetto di un uomo in perenne metamorfosi  alla ricerca sempre di una libertà che non lo lega a vincoli matrimoniali e legali tenendolo però legato ad un inquietudine perenne. Stranamente l’artista è convolato a nozze con Elisa Marcucci, da cui ha avuto due figlie chissà il fatto di essere una sarta “forbici+Marte” si sia consentito una relazione duratura, anche perché la stessa madre di Giacomo Balla era una sarta. 

Ottava casa astrologica

In ottava casa ha Plutone il cui pianeta è nel suo domicilio in ottava casa anche se si trova in toro nel segno opposto. Che possiamo attribuire a un potere economico prima e dopo la morte anche con un forte riconoscimento postmortem. Questo Plutone mi fa riflettere anche sul potere e sul costo delle sue opere dopo la morte è tutto quello che viene fatto ed organizzato dopo la morte di un artista importante come Giacomo Balla. 

Nona casa astrologica

In nona casa vi è il Lilith nel segno dei gemelli dove mercurio è esiliato come a dire un’artista poco accettato nei primi tempi a livello internazionale, benché lui abbia anche Giove in nona casa è un Giove che si oppone con l’ariete e Marte all’ascendente. Pertanto è un Giove un po sofferto in nona casa anche se è un molto alto vicino al medio cielo. 

Decima casa astrologica

In decima casa abbiamo un vero e gruppo di pianeti nel segno del cancro ma al 25° perciò molto vicino al leone, che lo lega alla città di Roma dove lui ha vissuto molto tempo, in ottima posizione ha anche il sole e la luna che si trova nel leone al 3° grado fa si che  si integrano molto bene e con grande fluidità. La decima casa di Giacomo Balla rappresenta veramente l’artista e l’espressività. L’ascendente in Marte  è la forza motrice, la spinta interiore invece la decima casa la quale gli da affermazione e riconoscimento è la casa che ci fa conoscere l’artista per come è. Anche la presenza di Urano aiuta molto visto che si trova al 26°grado in congiunzione con il sole. Chi non meglio di lui poteva rappresentare il futurismo con questi pianeti, come del resto anche la velocità ed il modernismo con i nuovi cambiamenti sociali e culturali. 

In undicesima casa vi è Venere alquanto isolata è non è in ottima posizione è una venere mal espressa, un’idea di bellezza razionale e poco passionale. Da un punto di vista personale si manifesta con molte amicizie e molti riconoscimenti personali. Da un punto di vista artistico lo stile pittorico è molto razionali rigido e prospettico pertanto non darà una vera e propria sinuosità e sensualità dell’opera perché risulterà sempre troppo uraniana e poco passionale. 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*